Nicolò Zenga: “Io papà? Walter mi ha dato un insegnamento negativo: io sarò il suo contrario”

Il fratello del concorrente del GF Vip si è confidato ai microfoni della rivista Oggi: Walter Zenga ne esce come un padre molto assente dal suo lungo racconto.

di Redazione Golssip

Walter Zenga e il difficile ruolo di papà con tanti figli, nati da matrimoni ed unioni diversi. L’ex portiere è sotto i riflettori da quando il figlio Andrea è diventato un concorrente del GF Vip. A parlare questa volta è suo fratello Nicolò. E il racconto in merito l comportamento dell’ex portiere non è molto lusinghiero. “Mio papà è stato un papà intermittente. Ma forse intermittente è una recensione generosa: assente. Già da piccolo, quando i miei erano ancora sposati, lo vedevo di rado. In 31 anni non sono mai riuscito a instaurare un rapporto con lui. Non è mai stato un papà: un miraggio, una rincorsa costante: più gli arrivavo vicino, più si allontanava. Un ciclo continuo di delusioni e speranza. Di me e di Andrea, delle nostre passioni e delle nostre paure non so nulla”.

Fotogramma Instagram

Il motivo di questa freddezza? “Ho sempre pensato che fosse inadatto a fare il padre. Poi l’ho visto con i suoi due figli piccolissimi ed era affettuosissimo e presentissimo. Allora mi sono detto: “Forse era troppo giovane quando ha avuto me e mio fratello, forse ora vorrà riversare su di noi questo istinto paterno scoperto in ritardo”. Sbagliavo: per lui siamo il passato, il passato da cancellare”.

Getty Images

Sul fatto di sentirsi pronto a diventare papà Nicolò ha risposto: “Sì. Credo di sapere come si fa. Mio padre mi ha dato un formidabile insegnamento “negativo”: io sarò il suo contrario”.

(Oggi)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy