Ozil in soccorso di Gunnersaurus: “Arsenal, pago io lo stipendio fino a che resto”

Il giocatore ha scritto un post nel quale spiega che non c’è bisogno di licenziare la mascotte: pagherà lui al posto del club

di prov

Mesut Ozil in soccorso di Gunnersaurus. La mascotte dopo 27 anni di duro lavoro era stata licenziata dall’Arsenal a causa della crisi dovuta al Covid e anche perché negli stadi non ci sono tifosi. Proprio loro avevano lanciato una raccolta fondi per salvare il pupazzo e chi ovviamente lo interpreta. Ma Mesut Ozil, ai margini del progetto Gunners, ha deciso che se il club lo reintegra sarà lui a pagare lo stipendio della mascotte fino a quando sarà un giocatore della squadra londinese. Sui social ha scritto: “Ero così triste che Jerry Quy nonché la nostra famosa e fedele mascotte Gunnersaurus, parte integrante del nostro club, è stato licenziato dopo 27 anni. Rimborserò io l’Arsenal con l’intero stipendio del nostro grande ragazzo verde fin quando sarò un giocatore dell’Arsenal così Jerry può continuare il lavoro che ama così tanto”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy