Golssip
I migliori video scelti dal nostro canale

social

Eleonora Pedron: “Max era sempre via, ho lasciato il lavoro per occuparmi dei figli”

Getty Images

La ex Miss Italia si è raccontata in un libro in uscita questa settimana

Redazione Golssip

Eleonora Pedron ha deciso di raccontarsi in un libro, in uscita questa settimana per i tipi di Giunti ("L'ho fatto per te"). La ex compagna di Max Biaggi ripercorre alcuni momenti di grande dolore avvenuti nella sua famiglia: la sorella e il padre morti entrambi in due diversi incidenti stradali. E poi Miss Italia, l'incontro con Max e i bambini. La carriera messa piano piano da parte. Eleonora ripercorre la sua storia personale ai microfoni del Corriare della Sera: «Riconosco che Miss Italia per me è stata una fuga: per un anno sono stata in giro con gli impegni di lavoro e questo mi ha molto sollevata, perché non riuscivo più a stare a Borgoricco (paese natale) dopo quello che era successo. Quando ho conosciuto Max lui viveva già a Monaco e per me in quel momento qualsiasi posto andava bene, purché non fosse il mio paese. Poi quando ci siamo lasciati ho preferito dare a Inés e Leon un po’ di stabilità almeno in quello, senza fargli cambiare scuola o amici: loro sono nati a Monte Carlo. Con il padre ho un buon rapporto ed è importante, ma non posso dire che i bambini non abbiano sofferto: io ricordo tutto quello che è successo in casa dopo la morte di Nives, e avevo 9 anni».

Getty Images

Tornare indietro e cambiare qualcosa? «Se potessi tornare indietro e cambiare qualcosa, forse darei più spazio a me stessa. Fin da piccola ho desiderato diventare mamma. E ho voluto avere due figli vicinissimi, a poco più di un anno l’uno dall’altra, senza nessuno che mi aiutasse per scelta. Ho lasciato il lavoro per occuparmi di loro, Max era sempre via. Forse non ero matura abbastanza. È stato troppo per me. Se io e Fabio Troiano ci sposiamo? Ah, saperlo... Non lo so. Mi sembra sempre che mi manchi qualcosa. A volte mi dico che sono io sbagliata, sempre alla ricerca di qualcosa in più rispetto a quello che ho. Qualcosa che in fondo è già dentro di me».

(Corriere della Sera)

tutte le notizie di