Iannone: “Sospeso ma hanno riconosciuto la mia innocenza. Periodo più duro della mia vita”

Iannone: “Sospeso ma hanno riconosciuto la mia innocenza. Periodo più duro della mia vita”

Il pilota ha commentato la sentenza della commissione disciplinare della FIM che lo ha squalificato fino a giugno 2021

di prov

Iannone è stato condannato a 18 mesi di stop dalla FIM per doping, ma i giudici hanno specificato che si tratta di una contaminazione alimentare. Per questo la reazione del pilota è di chi guarda al bicchiere mezzo pieno: «La notizia dello stop questa mattina mi ha colpito molto, non ce l’aspettavamo per com’erano andate le cose. Guardiamo la sentenza in modo positivo, è stata riconosciuta la mia innocenza, anche se fondamentalmente abbiamo perso perché siamo stati squalificati lo stesso per 18 mesi. Faremo certamente ricorso al TAS. Ma poteva anche andare molto peggio», ha detto a Skysport.

Il pilota guarda avanti: «Questo periodo è stato il più duro di tutta la mia vita, molto difficile da accettare. Ho pensato di tutto, non è stato facile ma ho trovato la forza di andare avanti ogni giorno perché voglio dimostrare di essere innocente. Non ce l’ho ancora fatta al cento per cento, ma ora questo è il mio obiettivo perché voglio tornare a correre presto».

(Fonte: Skysport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy