Parla la fidanzata di Caniggia: “Mi tratta come una regina, vuole dei figli. Ho denunciato…”

Parla la fidanzata di Caniggia: “Mi tratta come una regina, vuole dei figli. Ho denunciato…”

Sofia Bonelli si è confessata in una lunghissima intervista a Hola Argentina

di Redazione Golssip

L’incontro

Sofia Bonelli ha esattamente la metà degli anni del suo fidanzato Caniggia. I due sono al centro dei riflettori, coppia discussa e attaccata dalla ex moglie del giocatore, Mariana Nannis. In una lunga intervista a Hola Argentina Sofia ha raccontato come è nata questa insolita storia d’amore, i preparativi per le nozze, l’attesa per il divorzio e le reazioni delle rispettive famiglie…

“L’ho incontrato tre anni fa, qui, in palestra. Il mio personal trainer ci ha presentato. A quel tempo stavo uscendo con un calciatore, di un top club. Per un po’ abbiamo continuato ad attraversare l’edificio salutandoci,’ ciao “e” ciao, niente di più. Poi mi ha mandato un messaggio, non sapevo nemmeno come avesse ottenuto il mio numero, ero già single: “Volevo invitarti a bere qualcosa. Sono CLAUDIO PAUL” (in maiuscolo). Sembrava un ragazzo. “Ho pensato che fosse uno scherzo e non ho risposto. Fino a quando un giorno ci siamo seduti a bere qualcosa al bar della palestra. Parlava senza sosta, ovviamente aveva bisogno di essere ascoltato. Stava attraversando un momento difficile nella sua vita, era completamente solo.” Mi disse che non stava facendo assolutamente nulla, che era sbagliato. Quindi ci siamo messi insieme. E da sette mesi vive a casa mia. Abbiamo iniziato a frequentarci in febbraio. Dato che non potevamo uscire, l’unico posto in cui siamo andati era la zona VIP di un ristorante di sushi, qui a Puerto Madero. Era l’opposto di una relazione normale: invece di conoscerci abbiamo iniziato con “ok, ti ​​cucino, rimaniamo a casa”. Abbiamo iniziato a vivere insieme quasi prima di stare insieme. Lui voleva così, voleva restare. Ho una montagna di vestiti degli anni ’90, pantaloni e camicie di Versace, in tutta la mia casa. Comunque, presto ci sposteremo. Stavo già vedendo appartamenti. Il nostro è stato così intenso che sento che siamo stati insieme per quattordici anni. Ho scelto un piano molto alto, con vista sul fiume: dal soggiorno si può vedere Colonia. L’unica cosa che può ritardare il trasferimento sono alcune proposte di lavoro che Claudio ha all’estero. Ma sì, stiamo andando a tutto gas, è molto determinato. Come è convivere con Claudio? All’inizio era complicato. Immagina, ho sempre vissuto da sola e lui non convive da dieci anni. Loro (Claudio e la sua ex Mariana Nannis) vivevano nello stesso appartamento ma avevano due stanze separate, non si guardavano, né si vedevano. Mi sono adattata e ci siamo capiti immediatamente. Claudio aveva bisogno di stare con qualcuno, condividere i suoi problemi e sentirsi supportato. All’inizio dovevo farlo alzare dal letto perché non stava bene con la schiena, non voleva allenarsi, era molto giù. Non riusciva a trovare la direzione della sua carriera, non sapeva dove andare e aveva tutto quel casino con l’ex che lo soffocava molto. Ho dovuto portarlo fuori di lì. Con me è tornato ad allenarsi, ha riacquistato peso, perché era molto magro, non aveva fame, mangiava poco. Ora è selvaggio. È il migliore, tenero e romantico. E molto attento. Tutto ciò che è accaduto lo ha angosciato molto. “Ho avuto casini per tutta la vita. Sono preoccupato per te”, mi disse. Mi tratta come una regina, si prende cura di me”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy