Golssip
I migliori video scelti dal nostro canale

wags

Paura sul volo per Madrid, la moglie di Hakimi: “I 5 minuti peggiori della mia vita”

Paura sul volo per Madrid, la moglie di Hakimi: “I 5 minuti peggiori della mia vita”

La moglie del giocatore del Psg ha raccontato una bruttissima esperienza in aereo.

Redazione Golssip

L'attrice Hiba Abouk ha vissuto uno dei momenti più stressanti della sua vita. Incinta del suo secondo figlio, la moglie di Achraf Hakimi, era attesa a Madrid per un evento. “Stavo andando a Madrid (da Parigi) per partecipare alla serata di gala di Forqué e per altri impegni professionali che ho all'inizio della prossima settimana (...). Una volta seduti sull'aereo, e all'ora del decollo, ci hanno detto che per problemi tecnici saremmo partiti più tardi. Un'ora dopo decolla il volo Air France AF1600 e tutto sembra procedere normalmente. Poi improvvisamente ci dicono che per loro è imminente un atterraggio di emergenza all'aeroporto di Bordeaux. L'hanno annunciato all'improvviso mentre stavamo volando, senza dare una sola spiegazione e all'improvviso l'aereo ha iniziato a scendere violentemente. L'unica cosa che gli assistenti di volo ci hanno detto è che avevamo letto le istruzioni di emergenza trovate nella tasca del sedile e che se l'aereo doveva essere evacuato, avremmo dovuto farlo senza effetti personali. In quel momento potevo pensare solo alla mia famiglia e che c'era la possibilità di non vederli mai più. L'idea di non rivedere mai più mio figlio Amin me l'ha reso insopportabile… penso che siano stati i 5 minuti peggiori della mia vita”.

“Alla fine siamo atterrati, anche con violenza, e ci hanno chiesto di non muoverci finché non fossero arrivati i vigili del fuoco per l'evacuazione. Dopo un po' siamo stati tutti evacuati dai vigili del fuoco e ci hanno messo in un terminal, troppo piccolo per tutti noi. Con pochi posti a sedere, nessun diritto di prendere aria, ovviamente nessuna caffetteria. Per non parlare del fatto che ero incinta (e avendo pagato un posto in business) non mi hanno offerto un bicchiere d'acqua in nessun momento durante il volo, né durante l'ora in cui eravamo seduti in attesa del decollo, o altro. La prima cosa che ho fatto non appena sono entrata nel terminale è stata andare in bagno, chiudere la porta e piangere per liberare in qualche modo tutta la paura e la tensione che avevo nel mio corpo. Un corpo che in questo momento ha due cuori e che ha bisogno di essere curato più che mai. Dopo aver parlato con mio marito per sfogarmi e il mio agente per evitare di partecipare al gala, abbiamo dovuto aspettare. Un'attesa di più di un'ora in cui nessuno ci ha detto nulla. Tutto era nell'incertezza più assoluta. Famiglie intere, con bambini piccolissimi a terra. Una prospettiva davvero desolante. Dopo un po' ci dicono che effettivamente quell'aereo non può più viaggiare e che avremmo dovuto aspettare il prossimo volo da Parigi verso a Madrid. Hanno stimato che l'attesa avrebbe potuto essere di circa 4 ore, ma non hanno potuto confermare nulla (…). Voci, lamentele (tutte molto ragionevoli ovviamente), un disastro. Ho avuto la sensazione che fossimo stati davvero rapiti. Tutto è stato molto spiacevole ", ha raccontato Hiba, che alla fine è riuscita ad arrivare a Madrid: “Sono appena atterrata a Madrid, sana e salva e corro senza nemmeno passare da casa per portare a termine il mio impegno professionale. Anche se quello che desideravo davvero di più era tornare a Parigi per dare un abbraccio infinito a mio figlio e a mio marito. Racconto tutto questo, non solo per denunciare il terribile servizio di Air France, ma anche per dire a tutti i miei follower che poco prima dell'atterraggio dell'incidente ho pensato a voi. Quanto sono fortunata a dedicarmi a una professione che mi appassiona e ad avere follower che mi supportano ogni giorno. Proprio come amo la mia famiglia, vi amo, davvero. E sarò eternamente grato per il vostro sostegno. Godetevi ogni minuto, cercate di vedere il lato positivo di tutto (che c'è), e soprattutto amate, molto, senza ritegno ed esprimetelo. Ora ve l'ho detto e ve lo ripeto: vi amo”, ha concluso Hiba Abouk.

 

tutte le notizie di