Immobile risponde ai tifosi: “Jessica? Luis Alberto mi conosce quasi come lei. E Acerbi…”

Immobile risponde ai tifosi: “Jessica? Luis Alberto mi conosce quasi come lei. E Acerbi…”

L’attaccante biancoceleste ha risposto ai suoi follower che gli hanno scritto su Instagram chiedendogli della Lazio e della sua vita privata

di prov

Ciro Immobile, attaccante della Lazio e il più ambito dei bomber per il fantacalcio, ha deciso di rispondere alle domande dei tifosi che gli hanno scritto su Instagram. E ha parlato molto della sua famiglia e del suo rapporto con la moglie Jessica Melena.

I due fanno coppia fissa da otto anni e a rendere fantastico il loro matrimonio sono arrivati tre figli, due femminucce e un maschietto.

Il giocatore biancoceleste hanno chiesto anche delle curiosità sulla sua vita privata e sui suoi compagni di squadra e lui ha risposto: “La gente educata mi fa sorridere ed emozionare quando mi dicono che sono una brava persona. Le emozioni di un Olimpico pieno? Emozione incredibile. Quando non sono alle partite passo molto tempo con la mia famiglia. Tirare un rigore? Non è facile ma pressione e stress fanno parte del gioco. A volte va bene e a volte no. Vado d’accordo con tutti i miei compagni di squadra. Come sto? Non mi chiedono spesso come stai le persone che non mi conoscono. Sto bene, grazie. Sto leggendo tanti messaggi di affetto per me e la mia famiglia. Se sono geloso di Jessica? Assolutamente sì anche se lei non mi dà modo di esserlo. Dite che è proprio bona? Si, lo so, però è mia quindi calma».

«La cosa che mi ha fatto innamorare di lei è la sua dolcezza. Sogni impossibili? I sogni ce l’abbiamo tutti, ma non tutti sono disposti a rinunciare a qualcosa per realizzarli. L’obiettivo della mia vita? Essere un bravo genitore, come i miei lo sono stati con me», ha aggiunto. 

E poi ancora: «Io e Insigne? Ci sentiamo quasi tutti i giorni. Luis Alberto? Mi conosce quasi come Jessica. Acerbi è più geloso di me di Jessica». 

«Se Lazzari è ancora il mio autista ufficiale? No, l’ho licenziato come autista perché non conosce bene le strade. Con il Sergente Milinkovic ovvio che mi trovo bene.

Correa e Caicedo sono due amici e due giocatori incredibili. Straskosha è il nostro portierone, troppo forte. Leiva? Un campione in campo e fuori”. Tutte cose che raccontano una squadra seconda in classifica che sta sorprendendo anche grazie ai suoi gol.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy