La nuova vita di Claudia Nainggolan: “Prima spensierata, dopo quel brutto giorno vivo…”

La compagna del calciatore si è raccontata in un’intervista

di Redazione Golssip

Claudia Lai, compagna di Radja Nainggolan, ha 38 anni, due figlie (“la luce della mia vita”) e una invidiabile dose di coraggio e di voglia di vivere. Le figlie sono al primo posto della sua scala gerarchica: “con loro mi piace fare qualunque cosa, dallo stare a casa al condividere le uscite con gli amici”.

In un’intervista a Vistanet.it Claudia ha ripercorso l’ultimo doloroso anno, quello successivo alla notizia di un brutto tumore al seno: “Prima di avere la notizia, ero molto spensierata. Organizzavo la vita a lungo termine, senza preoccuparmi troppo del dopo. Poi quel boato e da allora tutto è cambiato e da quel brutto giorno, ho iniziato a vivere giorno per giorno. Inizialmente non l’ho presa benissimo, è stata dura accettarlo e organizzarmi in base alle esigenze delle bambine”.

Poi in lei è scattato qualcosa: “Avevo necessità di condividere la mia esperienza con chi stava passando lo stesso calvario, volevo capire a cosa stessi andando incontro e ho deciso di rendere pubblico il mio percorso. Vedevo le mie bambine soffrire per la mia situazione e, anche per loro, ho deciso di provare a rialzarmi. Da allora non ho mai smesso”.

La forza dei social e della musica: “Mi ha fatto davvero bene parlare di me e ho creato delle amicizie virtuali che tuttora mi porto dietro con affetto. Durante le cure non sono mai rimasta da sola: i miei genitori mi hanno dato una grandissima mano, in casa e con le bambine. Mi accompagnavano in ogni terapia. In questo momento terribile della vita, continua a raccontare, ho iniziato a prendere lezioni di musica. Insomma, dicono che la musica salvi la vita… lo confermo! Un mio carissimo amico dj, si è impegnato giorno dopo giorno ad insegnarmi tecnica e pratica di questa fantastica attività. Non è stato facile perché le medicine mi facevano perdere continuamente la memoria e l’attenzione ma cosa volete farci, sono testarda di natura e alla fine si, ci sono riuscita, ho imparato!”.

Sport fondamentale: “Fondamentale è stata anche la fidanzata del mio amico dj, anche lei una cara amica, che al termine delle cure mi ha accolta a braccia aperte nella sua palestra rimettendomi in vita i muscoli e l’ossatura oramai compromessa dai medicinali”.

(Vistanet.it)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy