Claudia Nainggolan: “Non ero abbastanza lucida. Ora mi godo le mie figlie, non potrò averne più”

Claudia Nainggolan: “Non ero abbastanza lucida. Ora mi godo le mie figlie, non potrò averne più”

La moglie del calciatore belga ha parlato a La Gazzetta dello Sport

di aledefe

A pochi giorni dalla sfida tra Cagliari e Roma, Claudia Lai, moglie di Radja Nainggolan, ha aperto le porte del suo cuore a La Gazzetta dello Sport per raccontare le sue sensazioni nella lunga battaglia contro la malattia. Un’intervista molto toccante della 37enne, che ha rivelato alcune emozioni e retroscena ai microfoni del quotidiano sportivo: “Tutti sanno che di calcio non capisco un granché, ma a Roma ho conosciuto tante persone, sono rimasta legata a tutti, è stata casa mia. Cito Amra Dzeko, una donna splendida. Le mogli degli ex compagni di squadra all’Inter? Sono rimasta in buoni rapporti con tutti, mi piace farmi voler bene. Tutte queste cure mi hanno provocato diversi problemi, come a tutti d’altronde. Cuore, difese immunitarie basse, osteoporosi e altre causate dalla menopausa forzata. Grazie a Dio ho già due splendide bambine, anche perché non potrò più avere figli. Le aste con le maglie? Come nel 2012, ho voluto fare una raccolta fondi da donare all’oncoematologia pediatrica di Cagliari per l’acquisto di elementi sanitari ed altro. A Natale ho portato dei doni ai bambini ricoverati e non di tutti i reparti e loro in cambio mi hanno regalato tanta voglia di combattere e vivere”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy