Il figlio di Maradona: “Sogno di aprire una scuola calcio a Napoli. Più nessuno come mio padre”

Diego Armando Maradona Junior ai microfoni della rivista Chi

di Redazione Golssip

“Adesso è arrivato il momento di “fare”, di portare a casa un qualcosa che avrebbe reso orgoglioso papà. Sogno di aprire una scuola calcio a Napoli, per ragazzi, che hanno talento ma non hanno l’opportunità o la possibilità economica di mettersi in mostra. E Napoli è la sede giusta perché la sua priorità è sempre stata Napoli. Papà è diventato eterno grazie a Napoli, grazie ai napoletani. Per questo io devo aiutare “la gente” come la chiamava lui. Senza il popolo non vai da nessuna parte, mi ripeteva spesso”, ha dichiarato il figlio di Maradona alla rivista Chi.

Foto dal profilo Instagram di Diego Maradona JR

Cosa penso oggi quando guardo una partita di calcio? “Quello che pensavo ieri. Guardavo la Roma e tifavo per il bel calcio di Francesco Totti. Guardavo quella squadra di cui non pronuncerò il nome, quella dei bianconeri (la Juventus), solo per osservare le giocate di Alessandro Del Piero. Poi il nulla. Come mio padre non ci sarà mai più nessuno, in nessun campo di calcio nel mondo. Lo scriva pure. E poi quale uomo ha unito il mondo in questa maniera giocando a calcio? Solo mio papà. Lo stadio di Napoli intitolato a lui? Ci hanno messo fin troppo tempo a chiamarlo con il nome del suo “proprietario”. Sarebbe bellissimo inaugurarlo con un’amichevole contro l’Argentinos Juniors, la prima squadra di papà. Sono già in contatto con la società: sarebbe un piccolo grande gesto che farbbe piacere al “pibe de oro”.

(Chi)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy