Pellegrini: “Temevo che il covid19 lasciasse strascichi a livello cardiaco o polmonare”

La nuotatrice è tornata a gareggiare a Budapest e si dice soddisfatta specie se si considera che di recente il virus l’ha fermata

di prov

È tornata a nuotare dopo il covid19, Federica Pellegrini e ha confessato di aver temuto di avere strascichi dovuti al virus.

Getty Images

A Skysport, la nuotatrice (quinto posto nei 200 dorso in vasca corta, quarto nella staffetta 4×100 stile libero donne, settimo nella mista e quarto posto nei ‘suoi’ 200 stile libero a Budapest) ha raccontato: «Sono super contenta  per essere riuscita a raggiungere la mia squadra, anche se solo per l’ultimo match. Dopo tutto quello che mi è successo, mi sono buttata “simbolicamente ” in acqua, non sapendo esattamente cosa potesse venirne fuori. Ero agitata prima dei 200 dorso».

Fotogramma tratto da Skysport

«Quando fai le visite mediche dopo essere guarita dal Covid, la prima cosa che ti dicono è ‘parti gradatamente’. Per cui non è che potessi buttarmi in acqua il primo giorno e spingere 8 km come se niente fosse, a parte che non ce l’avrei neanche fatta. Il dubbio più grosso che avevo in quei giorni era il fatto di avere strascichi sia a livello cardiaco che a livello polmonare». 

(Fonte: Skysport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy