Il figlio di Bettarini: “Mi hanno gettato fango addosso, ma li perdono. E lo rifarei”

Il figlio di Bettarini: “Mi hanno gettato fango addosso, ma li perdono. E lo rifarei”

Le parole del figlio dell’ex calciatore e di Simona Ventura a Chi

di Redazione Golssip

Niccolò Bettarini, giallo dell’ex calciatore Stefano e di Simona Ventura, ha è tornato a parlare dell’aggressione che lo ha visto coinvolto ai microfono di Chi: “Per il carattere che ho lo rifareiSono così. Se vedo persone in difficoltà, amici o estranei, intervengo. Sono cresciuto con valori sani e non cambierò. Però questa vicenda mi è servita anche per aprire gli occhi sotto altri punti di vista. Diciamo che sono mancati i grazie dalla persona che ho aiutato. Da lui e dalla sua famiglia. Ma va bene così”.Nonostante gli aggressori, tutti e tre condannati, non si siano pentiti Niccolò non ha dubbi: “Li perdono”.

Un processo difficile: “Mi hanno gettato fango addosso. A un certo punto sembravo io il carnefice. Non è stato facileMa la giustizia ha fatto giustizia. Sono una persona pulita. Non ho mai avuto paura, non l’avrei avuta nemmeno se non fossero stati condannati. Io devo impormi la serenità perché sono nel giusto. Ho capito che grazie a Dio sono uscito da un incubo che ha inciso molto sul mio carattere. Ho vissuto troppo tempo odiando. Ora devo, in primis, perdonare me stesso, perché sono stato senza sorriso troppo a lungo. Dei miei aggressori che dire? Ho compreso la loro vita e sono pronto a perdonare. Sono ragazzi cresciuti in contesti difficili. Conoscere il loro passato mi ha aiutato a capire il loro presente. Cicatrici? Segnano un percorso scritto per me che, nel bene e nel male, mi ha migliorato”.

(CHI)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy