Andrea Iannone, la questione doping si complica: la Wada chiede 4 anni

Andrea Iannone, la questione doping si complica: la Wada chiede 4 anni

Il pilota dell’Aprilia ha fatto ricorso al TAS contro una squalifica di 18 mesi, ma anche la World Anti-Doping Agency ricorre

di prov

A marzo era stata comunicata una sua presunta positività al test anti-doping. Andrea Iannone si è sempre difeso sottolineando che si è trattato di una contaminazione alimentare. La Corte disciplinare della Federmoto ha riconosciuto la contaminazione ma lo aveva condannato a 18 mesi di squalifica. Il pilota ha fatto ricorso al Tas, ma allo stesso Ente si è appellata anche la Wada (World Anti-Doping Agency) che invece avrebbe chiesto 4 anni di squalifica. Il TAS dovrà fissare la data della nuova udienza.

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy