Golssip
I migliori video scelti dal nostro canale

social

China Suarez rompe il silenzio su Icardi: “Non sono stata io a provocare questa situazione”

China Suarez rompe il silenzio su Icardi: “Non sono stata io a provocare questa situazione”

L'attrice Eugenia China Suarez rompe il silenzio e mette le cose in chiaro su quanto successo con il calciatore

dellas

Dopo essere stata accusata di aver posto fine, momentaneamente alla storia tra Icardi e Wanda Nara, l'attrice Eugenia China Suarez rompe il silenzio e mette le cose in chiaro su quanto successo con il calciatore. Questo il lungo messaggio pubblicato sui social:

"Scrivo questa lettera per calmare le voci, le bugie, le tante parole che mi hanno indicato come il capro espiatorio. Ho taciuto a lungo per vari motivi. Il principale è per paura e inesperienza. Per non saper commentare il livello di bugie e atrocità che vengono raccontate. Ciò che sta accadendo oggi ha alle spalle una storia molto più grande e profonda, con la quale molte donne si sentiranno sicuramente identificate. Ho dovuto relazionarmi con uomini ai quali ho sempre creduto alla loro parola, che erano separati, separati o che non c'erano problemi. Sento un déjà vu infernale in questa situazione , dove pago ancora una volta con la mia reputazione per questioni che sono personali, della vita di qualsiasi donna. Una ripetizione che mette a nudo la mia inesperienza e soprattutto la profonda credibilità che ho dato a questi uomini che poi hanno taciuto, lasciando che i lupi mangiassero me”.

“Sembra che sia più credibile per questa società, sapendo come si comportano sempre, che sia io il cattivo, quella che inganna e non quello che viene ingannato. E sembra anche che sia più facile per una donna picchiarmi per sfogarsi. Il costo di sostenere l'immagine di una famiglia felice è pagato da me, non dall'uomo che è stato irrazionale. In questo modo stanno tutti bene”, ha concluso.

Ripeto il mio costante silenzio per preservare i miei legami familiari che sono sempre stati la mia priorità, mi ha giocato contro. Ma oggi non voglio più tacere perché so che sono tante le donne a cui è successo questo e che vengono giudicate dall'esterno. 

“Quella che è successa è una situazione che non ho iniziato, non ho provocato e non ho incoraggiato. Il dover raccontare questo parla della poca privacy che hanno le donne. Intanto un sacco di offese mi vengono indirizzate, dove il peso di come vengo giudicato è totalmente asimmetrico. Altrimenti si saprebbe che non sono stata io a insistere e a causare questa situazione. Presumo la mia inesperienza, la mancanza di comprensione che dovrò imparare d'ora in poi. Ma non ho intenzione di farmi carico per me e per tutte le donne che vengono sempre giudicate, degli atteggiamenti di conquistatori seriali che questi uomini fanno e che poi provano a nascondersi. 

“Grazie a tutte le persone che mi hanno sostenuto, che hanno capito cosa ho passato e che ho taciuto in passato, lasciando che le persone ferite mi dicessero cose ingiuste e oggi questo si ripete ma non più col mio silenzio. Sono una donna che non ha più paura di affermare il mio diritto a vivere libera dai pregiudizi. E speriamo che questo non serva solo come sfogo ma anche per riflettere su di noi”.

tutte le notizie di