Mendy di nuovo nella bufera, già in estate violate le norme Covid. La modella: “Ci siamo…”

Parla la modella che ha violato insieme al calciatore del City le misure di contenimento previste per la pandemia

di Redazione Golssip

La festa di Capodanno non sarebbe stata la prima violazione del calciatore del Manchester City, Mendy. Tra i presenti alla piccola festa a casa del giocatore c’era anche una modella di nome Claudia Marino, con la quale il difensore francese è stato legato sentimentalmente negli ultimi mesi. Ora si viene a sapere, come riportato dal Sun, che lui e la giovane donna avevano già violato le misure anti-Covid mesi fa.

Instagram

La scorsa estate il calciatore ha invitato la modella a trascorrere alcuni giorni nella sua villa del Cheshire. Il problema era che la modella in quel momento si trovava ad Atene e il governo del Regno Unito obbligava tutti i viaggiatori che arrivavano nel paese a sottoporsi a isolamento individuale per 14 giorni. “Tu resti a casa mia. Non succede niente, non controlleranno”, gli scrisse il calciatore in quell’occasione. La Marino ha ammesso di essersi “voluta divertire”: “Non sono ingenua e so come sono i calciatori, ma pensavo sarebbe stata una bella esperienza. Era single quindi non ho fatto del male a nessuno.”. La modella ha anche confessato che entrambi erano usciti di casa in quei giorni: “Un giorno mi ha portato a Leeds perché doveva andare dal dentista”.

Quando Claudia ha fatto ritorno ad Atene, dopo il suo soggiorno con il giocatore, ha ricevuto un messaggio da parte del giocatore che le chiedeva di eliminare un video di Instagram in cui poteva essere visto mentre erano insieme nella sua villa. Guardiola, invece, da quando è scoppiata la polemica, ha fatto un passo avanti per difendere Mendy, sottolineando che “aveva già avuto il Covid in passato” e che “è consapevole di quello che ha fatto e che imparerà in futuro”. “Fa parte del gruppo”, ha aggiunto, “è uno dei ragazzi più amati del gruppo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy