Golssip
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Tognazzi: “Il mio Spalletti? Le critiche vanno bene, gli insulti no. I social un problema”

Getty Images

L'attore interpreta l'ex allenatore della Roma nella serie tv dedicata a Francesco Totti

alfa

Gianmarco Tognazzi, interprete di Luciano Spalletti in "Speravo de morì prima", la serie tv prodotta da Sky sulla vita di Francesco Totti, ha parlato ai microfoni di Libero delle tante critiche ricevute: "Da romano ero preparato: qualsiasi cosa avessimo fatto o detto, ci sarebbe stata comunque la polemica".

Che poi, mi faccia capire: il diretto interessato si è mai lamentato?

"Spalletti non si è espresso: non ha rilasciato commenti quando è uscito il libro, al quale si ispira la serie tv, e non l'ha fatto adesso. Anzi, le dirò di più. I fan hanno criticato anche il Totti di Pietro Castellitto che invece è stato lodato dal Capitano. Se i diretti interessati non solo non si lamentano ma apprezzano il prodotto, gli altri cosa parlano a fare?".

Lei è stato perfino oggetto di insulti: possibile che il politicamente corretto si applichi a tutto, ma non ai social?

"I social sono uno strumento potenzialmente positivo, peccato che la società travisi il loro utilizzo. E dire che basterebbe dare delle regole di ingaggio serie per regolamentarli. Per esempio, come esiste la tessera sanitaria, si potrebbe assegnare un codice identificativo a ciascun account. Le critiche vanno bene, ma insultare è un altro paio di maniche".

Potresti esserti perso