Golssip
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lucescu: “Mi appello alle big europee: giocate contro la mia Dinamo Kiev per aiutare l’Ucraina”

Lucescu: “Mi appello alle big europee: giocate contro la mia Dinamo Kiev per aiutare l’Ucraina”

Mircea Lucescu, ex allenatore dell'Inter e oggi tecnico della Dinamo Kiev, ha raccontato il momento difficile che sta vivendo l'Ucraina

marco

Intervistato dal Corriere dello Sport, Mircea Lucescu, ex allenatore dell'Inter e oggi tecnico della Dinamo Kiev, ha raccontato il momento difficile che sta vivendo l'Ucraina in seguito all'invasione della Russia:

Lucescu, perché allenarsi e cercare di giocare amichevoli con la sua Dinamo Kiev in questo momento terribile per il popolo ucraino?

«Non lo facciamo solo per noi, ma soprattutto per gli ucraini che sono in patria. Lì non hanno più niente: niente lavoro, a volte niente cibo, riscaldamento ed elettricità; solo guerra e resistenza per ottenere la libertà. Nelle città sotto assedio dei russi c’è gente che muore o che soffre e il pallone può essere per loro un collegamento tra l’inferno che stanno vivendo e il ritorno alla normalità che speriamo avvenga prima possibile. C’è bisogno che il calcio non si fermi in Ucraina, che porti in giro il messaggio di un popolo che non si piega. Anche se il campionato è fermo e i playoff per i Mondiali distanti ancora due mesi».

Cosa possono fare le squadre europee per aiutarvi? 

«Giocare delle amichevoli con la mia Dinamo Kiev. La prima la disputeremo il 12 contro il Legia Varsavia, ma ne abbiamo altre 2-3 da confermare con la Dinamo Zagabria, la Steaua Bucarest e il Sion. Spostarci non è un problema perché ci adattiamo ai voli low cost. Piuttosto ci aspettiamo l’aiuto delle grandi squadre europee. L’altro obiettivo è disputare partite a scopo umanitario, gare utili a reperire attraverso gli incassi e i diritti tv i fondi da devolvere ai bambini ucraini che soffrono per la guerra».

Impossibile che qualcuno si rifiuti di giocare contro la Dinamo per una causa così nobile. 

«Nessuno si rifiuta, anzi, tutti vorrebbero disputare con noi un’amichevole, ma i campionati sono in un momento chiave e le coppe europee sono ancora in corso di svolgimento. Abbiamo la possibilità di sfidare l’Atletico Bilbao e ho parlato con il Milan che a fine stagione ci ha promesso disputerà una gara con noi. Mi piacerebbe anche affrontare la Roma che però adesso ha il calendario pieno».

(Fonte: Corriere dello Sport)