Golssip
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Jacobs: “Vado a Parigi per ripetere le imprese di Tokyo”

Jacobs: “Vado a Parigi per ripetere le imprese di Tokyo”

"Cosa c'è di meglio dei due ori di Tokyo? Ripetersi anche a Parigi 2024": parola di Marcell Jacobs, oro olimpico nei 100m

marco

"Cosa c'è di meglio dei due ori di Tokyo? Ripetersi anche a Parigi 2024": parola di Marcell Jacobs. Ai microfoni di Atletica TV lo sprinter azzurro si racconta a 360 gradi con uno sguardo al futuro. Jacobs, dopo l'exploit olimpico ha preferito fermarsi ("Fossi arrivato secondo avrei fatto tutte le gare. E invece, tornato a Roma, ho avuto un calo di energie improvviso, più mentale che fisico") ora è proiettato verso gli obiettivi del prossimo anno, a partire dalla stagione indoor che comincerà a inizio febbraio e lo porterà fino ai Mondiali di Belgrado (18-20 marzo) attraverso un programma già definito, tra cui gli Assoluti indoor di Ancona (25-27 febbraio), prima uscita in Italia dopo i trionfi olimpici.

"Bolt? È il mio idolo, ho iniziato a fare atletica per lui, mi ha dato le motivazioni. Non ha ancora risposto alla sfida che gli ho lanciato a rubabandiera, ma posso batterlo, adesso ha messo su un po' di pancetta…", scherza Jacobs. E sui Mondiali di Eugene del prossimo anno dice: "Gli americani vorranno mangiarmi vivo, ma io vorrei fare lo stesso con loro - dice - ai Mondiali di Eugene, in luglio, voglio essere al 110% e sono sicuro che ci arriverò con tutta la determinazione del mondo. Non ho smesso di avere fame, corro per portare a casa tanti altri risultati. Adesso che ho raggiunto il sogno dell'oro olimpico, tutto quello che viene dopo è divertimento".