Iannone: “Il mio posto non è il tribunale ma la pista. Lavoro e lascio fare alla giustizia”

Iannone: “Il mio posto non è il tribunale ma la pista. Lavoro e lascio fare alla giustizia”

Il pilota dell’Aprilia ha parlato anche del momento no che lo vede coinvolto in un caso finito in tribunale

di prov

Il pilota dell’Aprilia, Andrea Iannone, ha parlato anche del caso doping che lo ha visto coinvolto in un’intervista di Skysport. Ecco le sue parole: «Dispiace tanto non poter tornare subito sulla moto, è un periodo che si sta prolungando un pochino. Il mio luogo abituale sicuramente non è un’aula di tribunale ma il circuito e la pista. Ma sono motivato e concentrato sul da farsi. Mi sto allenando ogni giorno perché quando è il momento di tornare voglio essere a posto. Le mie aspettative? Diciamo che è molto meglio di parlare delle aspettative rispetto alla moto e sono state rispettate, sono contento di questo, per il resto lascio fare alla giustizia». 

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy