Cagnotto: “Giusto rinviare le Olimpiadi, anche se speravo si facessero quest’anno”

Cagnotto: “Giusto rinviare le Olimpiadi, anche se speravo si facessero quest’anno”

Le parole della tuffatrice italiana

di alfa
Tania Cagnotto

La tuffatrice italiana Tania Cagnotto ha parlato ai microfoni di Tuttosport della decisione del CIO di rinviare di un anno le Olimpiadi di Tokyo.

Tania, quali sono i suoi pensieri dopo la decisione congiunta di Cio e governo giapponese?
Non dico che la notizia sia stata per me uno choc, ma quasi. Per il momento non riesco a compiere una scelta definitiva. Devo prendere una decisione che non è per niente facile, sinceramente. Non mi voglio sbilanciare, preferisco non dire nulla anche perché devo rifletterci su. Speravo egoisticamente si facessero quest’anno, giusto per risparmiarmi una scelta così difficile“.

Scelta sofferta, come quella del Comitato Olimpico Internazionale…
E’ stata per il bene del mondo. Se l’hanno posticipata evidentemente prevedono di non poter avere grossi miglioramenti entro luglio. Molti Paesi devono ancora passare quello che stiamo passando noi. Credo che alla fine il CIO abbia preso la decisione più corretta“.

Una situazione che tra l’altro accomuna lei, Federica Pellegrini, Aldo Montano, Elisa Di Francisca. Li ha sentiti?
Non direttamente, tranne Aldo, per altro prima della decisione di ieri. E lui era già dubbioso sulla partecipazione anche in caso di rinvio breve, quindi tre/quattro mesi. “E’ dura, non siamo più giovani, la situazione non è facile”, mi diceva. E io gli avevo risposto “Sì, credo che rinuncerò in caso di spostamento di un anno o due”. Ma oggi vi dico che non ho ancora deciso. Serve tempo. Bisogna pensarci“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy