Golssip
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Manuel Bortuzzo: “Mai presa con chi mi ha sparato. Non è facile essere me”

Manuel Bortuzzo: “Mai presa con chi mi ha sparato. Non è facile essere me”

L'atleta è tornato a parlare dell'episodio che gli ha cambiato la vita per sempre: gli hanno sparato e ha perso l'uso delle gambe

prov

Manuel Bortuzzo, in settimana ha parlato un po' di sé stesso con il Grande Fratello Vip, e le sue parole - nella puntata di lunedì sera - sono state mandate in onda. Così ha avuto modo di poter commentare il suo pensiero con Signorini.

«Il fatto di avere sempre la luce accesa negli occhi dentro la casa ti porta a rivivere determinate cose. A me ha riportato alle settimane più brutte dalla mia vita. Mi ha riportato alla terapia intensiva, dove stavo 24 ore al giorno, per delle settimane, con la luce accesa. Ricordo che la prima cosa che chiesi fu di avere una finestra in camera per vedere il sole. Perché avere questa luce artificiale continua negli occhi era straziante. Ho dei miei momenti in cui sono molto giù. La forza la trovo nelle mie cose, nei tutori, nel mio girello, la mia fatica. Mi ricordo qual è il senso della mia vita utilizzando queste cose. È come se vivessi la mia vita con gli altri e poi vivessi una vita contro me stesso e quella contro me stesso me la devo vedere da solo. Come andare incontro ad un buco nero, che non finisce più, non trovi risalita e non c'è soluzione».

Perché non vuoi condividere il tuo dolore con un'altra persona, gli ha chiesto Alex Belli, e lui ha risposto: «Perché è una cosa mia, un dolore mio e rimane mio. Tante volte me ne vado nella mia stanza per dormire. Sì, dico vado a dormire, ma poi piango sul cuscino», la risposta all'attore di Bortuzzo.

 Getty Images

Poi ha anche aggiunto: «È il peso più grande che possa portarmi dentro. Una cosa che non si risolve e poi te la porti dietro tutta la vita. Implodo? Io non me la sono presa con chi mi ha sparato e mi ha rovinato la vita, mi dico, me la posso prendere per determinate cose?».

«Ho un'aquila tatuata sulla pancia anche per questo, perché è un animale solitario. Vive da sola, vola da sola, mangia da sola. Quello che mi ha fatto capire è che alla fine nel viaggio della vita quel dolore mi ricorderà sempre, che per quanto io possa avere vicino le persone che mi amano, alla fine in questo viaggio sarò sempre da solo. È difficile essere Manuel Bortuzzo, non lo consiglierei mai a nessuno. Grande Fratello per me è la vita vera. Mostrare il mio lato fragile qui dentro è una cosa che a casa non avrei mai fatto», ha spiegato.

«Quando odio la vita come faccio a rialzarmi? Nel momento in cui capisco che sono fortunato ad essere in vita e per rispetto per chi vorrebbe vivere e non può. Sarà perché ci sono andato vicino, per me è un dono svegliarmi al mattino», ha concluso.

(Fonte: Mediaset)

tutte le notizie di