Golssip
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Yarmolenko: “La mia famiglia a Kiev all’inizio dell’invasione, volevo sbattere la testa”

Getty Images

Le parole del calciatore ucraino del West Ham, profondamente colpito emotivamente dalla guerra in corso nel suo Paese

alde

Intervistato dal portale ucraino Sport.ua, Andriy Yarmolenko ha raccontato le ore di terrore che ha vissuto quando l'esercito russo ha invaso l'Ucraina, con la sua famiglia che era a Kiev:

"Ho mandato la mia famiglia, mia moglie e mio figlio, a Kiev il 23 febbraio e quando il giorno dopo è iniziata l'invasione volevo solo sbattere la testa contro il muro. Mi chiedevo perché l'avevo fatto, perché li avevo mandati a Kiev mentre ero seduco comodamente a Londra. Devo ringraziare il West Ham per il supporto che mi ha dato e continua a darmi. Il mister mi disse che potevo non allenarmi e pensare alla mia famiglia e alla mia patria senza problemi, ma poi ho deciso che dovevo essere un professionista e lavorare rispettando il contratto".

(Fonte: TMW)

tutte le notizie di