L’avvocata di Wanda Nara: “Maxi Lopez, uscita infelice. Se non fosse stato per Icardi…”

L’avvocata di Wanda Nara: “Maxi Lopez, uscita infelice. Se non fosse stato per Icardi…”

Dopo le polemiche scoppiate di nuovo sui social, Ana Rosenfield, legale e amica dell’argentina, ha parlato in una trasmissione tv

di prov

Sono di ieri le ultime polemiche nate dai social tra Wanda Nara e Maxi Lopez sul mantenimento dei loro figli. Lei ha risposto ad una domanda su Instagram: “Lui ti dà dei soldi? No, ma non ne abbiamo bisogno e va bene così”. Era arriva la riposta dell’attaccante del Vasco da Gama: “150 mila euro all’anno per mangiare la carne milanese“.

Sulla vicenda, in una trasmissione televisiva argentina, è intervenuta l’avvocata di Wanda nonché sua amica, Ana Rosenfeld che ha spiegato: «Wanda ha semplicemente detto che non le arrivano soldi suoi. Tutto quello che lui invece ha fatto è accusarla per i soldi che arrivano per il sostegno dei ragazzi. Wanda di quei soldi non ha mai speso un centesimo. Non dovrebbe essere mantenuta lei? No, infatti. Ma succede che a volte le donne quando si separano, se non lavorano, abbiano un assegno dagli ex mariti. Lei ha sposato Mauro dopo, ma durante la separazione è dovuta andare diverse volte e per anni in tribunale, i soldi per i figli sono arrivati dopo lunghe sedute in tribunale, ma poi la parti hanno firmato un accordo. Se è vero che Icardi ha pagato a lungo la scuola anche per i tre maschietti? Fin dalla separazione. Mauro ha pagato la scuola, da mangiare, le spese mediche, i vestiti e si è occupato anche dell’educazione dei ragazzi fino a quando non è arrivato l’accordo con Maxi Lopez per la quota da versare. Se non fosse stato per Mauro i ragazzi non sarebbero andati a scuola e gli sarebbe mancato tutto. Vorrei che Maxi chiarisse cosa intendeva con quei 150 mln, la sua è stata un’uscita sfortunata».

(Fonte: Clarin.com)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy