Lady Balzaretti: “Mettermi con un calciatore? Non ne volevo sapere. Poi quella lettera…”

Lady Balzaretti: “Mettermi con un calciatore? Non ne volevo sapere. Poi quella lettera…”

Eleonora Abbagnato si è raccontata in una lunga intervista a Grazia

di Redazione Golssip

Eleonora Abbagnato ha raccontato a Grazia le difficoltà della sua carriera come ballerina e del compagno Federico Balzaretti, ex giocatore ora dirigente giallorosso: “Lo scoglio più duro? La solitudine all’inizio della mia carriera. A Parigi, lontana dalla famiglia, ho vissuto momenti tremendi. Essere étoile è una responsabilità agghiacciante. A 18 anni mi sono caduti addosso i ruoli più importanti e ho dovuto lavorare con i massimi ballerini del mondo. A eccezione della direttrice del Ballo dell’Opera, Claude Bessy, non mi ha aiutata nessuno.”

Conciliare la danza e la famiglia: “Se a volte ho voglia di mollare? Sì ma la supero con l’aiuto della famiglia. E soprattutto, grazie all’equilibrio di mio marito. In casa non parliamo mai di lavoro, ma Federico, se mi vede stressata, mi trasmette calma. Ho sempre desiderato una famiglia. A Palermo noi Abbagnato siamo tanti. Adoro i bambini e non vedevo l’ora di crearmi un mondo alternativo alla danza. Oggi sono felicissima di vivere con quattro figli. Non è vero che il mio lavoro è inconciliabile con gli affetti. I bambini mi seguono spesso, parlano le lingue, viaggiano: crescono bene e in fretta.”

A proposito dell’uomo della sua vita, Federico Balzaretti, ha raccontato: Ho capito che era l’uomo giusto dalla lettera di condoglianze che mi ha scritto per la morte di mia nonna Eleonora, parlandomi dell’importanza della famiglia. Ci conoscevamo da poco, ci aveva presentati il mio parrucchiere di Palermo, ma all’inizio non ne volevo sapere. Mettermi con un calciatore? Non ci pensavo proprio, venivo da una famiglia di sportivi e sapevo di essere troppo possessiva per poter dividere il mio uomo con i fan. Mi sono ricreduta perché io e mio marito ci assomigliamo molto. Condividiamo il rigore, la disciplina e l’amore per il lavoro. Federico mi ha insegnato tanto. Anche a fare la mamma. E’ un padre straordinario. Gli inizi con Julia sono stati difficili. La bambina non dormiva mai e mio marito mi è stato vicino, mi ha consigliata e rassicurata evitandomi di cadere nel panico. Insicurezze? Mi basta stare con mio marito e miei figli per sentirmi al sicuro”.

(Grazia)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy