Alessia Macari frecciata a Wanda: “Non andrei come procuratrice in tv solo per apparire”

Alessia Macari frecciata a Wanda: “Non andrei come procuratrice in tv solo per apparire”

La futura sposa di Oliver Kragl si è raccontata alla rivista Sono

di Redazione Golssip

Alessia Macari non sta più nella pelle: il 20 maggio lei e Oliver Kragl, giocatore del Foggia, si sposeranno. Lo racconta ai microfoni della rivista Sono: “Sono tanto felice. Olly ed io stiamo insieme da due anni e mi sento pronto per questo passo. Ora sono sicura. E’ la prima volta nella mia vita che penso di sposarmi e spero che sia anche l’ultima. Sono sicura di quello che faccio! Se ne parlava dalla scorsa estate? All’epoca non c’era niente di organizzato, cosa che invece abbiamo cominciato a fare solo a gennaio quando lui mi ha chiesto per la seconda volta di sposarlo in vacanza alla Maldive. La prima proposta di matrimonio? Aveva prenotato un intero albergo tutto per noi e lo aveva tappezzato di rose, anche sui muri. Poi nel ristorante chiuso al pubblico a un certo punto con il sottofondo musicale suonato dal vivo da un pianista mi ha dato la dichiarazione, dandomi l’anello in una scatoletta a forma di cuore. Ho pianto. Non mi sembrava vero. Dicevo a me stessa: “Sto sognando!” Anche lui era emozionato, tanto che il suo bellissimo discorso lo ha letto sul telefonino. Secondo me, per l’ansia neanche se lo ricordava…”

La grande data: “Lo faremo in Puglia, davanti a parenti e amici. La mia famiglia è molto numerosa, siamo almeno un centinaio… Quella di Oliver è invece fatta di poche persone, che vivono in Germania… ma verranno tutti! Purtroppo non ci sarà mio nonno Silvio, che è venuto a mancare lo scorso 3 marzo. Lui è forse la figura più importante della mia vita. Per me è stato come un padre perché quando ero piccola mio papà era assente: ora abbiamo aggiustato il nostro rapporto, ma quando sei mancato tanti anni non è che pupi recuperare tutto così…”

Nozze con telecamere: “Ci saranno le telecamere di Barbara D’Urso e naturalmente è invitata anche lei. Se ho invitato anche Mara Venier? Sì, ma non ho ancora spedito gli inviti. Io adoro Mara e non ho problemi con lei. Ci sposiamo in chiesa, sono cattolica. Lui è evangelista, ma mi ha detto che si convertirà alla mia fede. E’ una sua idea, non gliel’ho chiesto io”.

Viaggio di nozze: “Vediamo… i calciatori hanno le ferie solo a giugno… Ed è il mese dell’anno in cui mi tengo sempre libera per stare con lui, sarà così anche stavolta. Al ritorno, lui comincerà il ritiro con la squadra e io partirò con la mia band per il tour musicale: quest’estate lancerò anche un paio di nuovi singoli”.

Vita da wag: “Si sta molto tempo separati, perché loro sono spesso assenti per lavoro. Comunque io mi do tanto da fare, visto che non mi piace stare a casa. Ho sempre voluto lavorare ed essere indipendente, senza sottostare ad un uomo che mi mantiene. Oliver mi dice sempre che gli piace tanto proprio per questo, perché magari le altre con cui è stato prima di me lo hanno “usato”. A me importa chi è, non che cosa fa. All’inizio non mi piaceva nemmeno, sono uscita con lui dopo un anno di pressing. Ho ceduto per la sua personalità e mentalità tedesca, che mi piace… ad eccezione di quando arrivo in ritardo anche solo di due minuti perché lui va in panico!”

Convivenza: “Con la convivenza le persone cambiano, ma nel nostro caso è stato in meglio: siam maturati insieme. Bello! Prima di lui non avevo convissuto con nessuno. Con Oliver sto facendo le più grandi cose della mia vita! Figli? Non subito, sono giovane. Ho solo 25 anni. Mi piacerebbe avere un maschietto perché ho una sorellina e in famiglia siamo tutte donne”.

Gelosia: “Non sono gelosa e neanche stupida: sono sveglia su queste cose. Ma Oliver non è come gli altri, io mi fido di lui e lui di me, però quando i miei follower su Instagram mi scrivono nella chat privata il loro numero di telefono lui lo cancella. Gli dà fastidio. Se abbiamo le rispettive password dei nostri social? Non ce n’è bisogno, ma se volesse farlo non ci sarebbe nessun problema. E’ uguale per me”.

Un figlio calciatore? “Sì, ma nel caso io diventerò la sua guardia del corpo: non gli farò avvicinare nessuna donna! Sarò anche il suo procuratore. Come Wanda Nara? Oliver mi ha chiesto se voglio curare i suoi contratti, ma non me la sento… è adulto e se la cava da solo. E poi non è il mio campo e soprattutto non andrei nelle trasmissioni di calcio in qualità di procuratrice giusto per apparire in TV, dove già lavoro e voglio continuare ad esserci come artista. Se invece facessi il procuratore per mio figlio sarebbe diverso e comunque mio maritami darebbe dei consigli”.

(Sono)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy