Zaira Nara: “Wanda? Un personaggio che amo, fa quello che vuole. Diverse perché…”

Zaira Nara: “Wanda? Un personaggio che amo, fa quello che vuole. Diverse perché…”

La sorella della moglie di Mauro Icardi in un’intervista a Hola

di Redazione Golssip

Zaira Nara sta attraversando un buon momento della sua carriera. E’ una delle conduttrici televisive argentine più amate (il suo programma si chiama Morfi) e ha da poco lanciato una sua linea di cosmetici. A Hola ha raccontato i suoi (non) piani per il futuro: i figli, il matrimonio e la carriera. E anche in che cosa lei e Wanda si distinguono e assomigliano…

“Allargare la famiglia? La verità? Ci piacerebbe Siamo in quel momento in cui tutti chiedono quando arriverà un fratellino e la verità è che lo daremo a Mali, anche se non siamo disperati. Ci godiamo nostra figlia e non guardiamo nessun orologio. Tutti abbiamo progetti, Jako trascorre molti mesi nel Sud, Mali e io andiamo e veniamo. E una cosa è muoversi con una figlia e un’altra è aggiungere un bambino. Se piace l’idea di una famiglia numerosa, come mia sorella Wanda? In certi momenti, quando sono in Patagonia, mi immagino con quattro bambini e adoro l’idea. Poi torno a Buenos Aires e mi rendo conto che amo quello che faccio. Per una famiglia numerosa devi rassegnare le dimissioni. La cosa di Wanda è diversa. Ha iniziato ad avere bambini a 22 anni e ha sempre vissuto la maternità in modo naturale. Inoltre, all’inizio, all’estero, non fai tanti piani. Qui gli impegni di lavoro, gli amici e la famiglia richiedono tempo. Non è che non avrò più figli perché mi piace avere una vita sociale, ma voglio essere presente nelle vite dei miei figli senza trascurarli. È una negoziazione interna costante. Proprio ora inizio a dormire di più e riesco ad avere un po’ di discorsi con mio marito. Un altro figlio mi piacerebbe. A questo punto, non sarebbe una sorpresa se rimanessi incinta”.

Matrimonio? “Sto per sposarmi solo per le riviste! [Ride]. La verità? La formalità del matrimonio mi dà molta fiducia. Proprio come ti dico che mi piace essere la padrona di casa, per grandi eventi, mi dà fiducia. Stavo organizzando il lancio del mio marchio di cosmetici, Zaira Beauty, con una lista di ospiti e riconosco che mi fa sentire a disagio mettere le persone nella circostanza di venire. Da quel lato, ho avuto l’idea del piano del matrimonio. Non immagino ora, forse se succede in un’altra situazione: con i bambini cresciuti, durante un viaggio e nella privacy. Quindi potrei farlo. La proposta di Jako? Non si inginocchiò né mi diede un anello, ma sì, al momento, propose di fondare una famiglia. Per me, è stato il più grande impegno. Con tutto il potere femminile, non voglio che tu mi chieda se voglio essere la tua donna. Non voglio essere sua, voglio che siamo qualcosa insieme. Quando me l’ha proposto, non appena abbiamo iniziato a partire, ovviamente ho accettato. È stato il piano più meraviglioso della mia vita”.

“Il rapporto con mio padre? Sto bene con lui, abbiamo un dialogo . Ho accettato molte cose. Quando vedo Jako con Mali ricordo che mio padre era con me e so che lo amerò per sempre: mi ha dato la vita. A volte me ne vado perché non siamo compatibili a livello di scelte della vita, come adesso, che preferisce esporsi. Ma io sono una persona che lascia fluire, senza pretese, permettendo a tutti di fare ciò che vogliono. Non sono combattiva. Molte persone mi chiedono se le cose non mi riguardano e la verità è che non è così. Amo le persone a causa della loro essenza, e ci sono cose sulle quali non permetto loro di interferire. So che è mio padre, non è che accetterò qualsiasi cosa, ma ne ho solo uno. Puoi combattere con un amico, ma il tuo vecchio è il tuo vecchio!”

“Che cosa permetto a Wanda e su cosa metto il ​​freno? Sono uguale a mio padre. Do la libertà. Wanda fa quello che vuole. È un personaggio che amo. Siamo diverse e allo stesso tempo ho imparato a capire il suo modo di vedere le cose e il suo modo di pensare, che è diverso dal mio. Allo stesso tempo, siamo anime gemelle, non so se mi spiego“.

La tua mamma si è stabilita in Italia per accompagnare Wanda. Hai sofferto per la sua partenza? “Delle tre, sono la più indipendente. Wanda è sempre stata la più “mamera”. Sebbene si confrontino, Wanda la vuole vicina. Sono più una a cui piace avere il suo spazio e il suo tempo. È stato difficile perché, quando hai una figlia, è bello avere tua madre nelle vicinanze. Ma, in generale, c’è anche la madre di Jako: lui è il suo unico figlio, quindi Mali è la sua vita. È anche la mia seconda madre, adoro parlare con lei. È una donna indipendente e forte e mi sento identificata in molti aspetti. Se ho cose in sospeso nella mia vita? No, perché non sto pianificando. Mi sto divertendo e sto facendo ciò che mi rende felice. E adesso, in questo momento, sono molto felice”.

(Hola Argentina)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy