Paola Ferrari: “Mai pensato di fare la bambolona sexy per lavorare, io e Ilaria D’Amico..”

Paola Ferrari: “Mai pensato di fare la bambolona sexy per lavorare, io e Ilaria D’Amico..”

Il punto di vista della giornalista sportiva della Rai sulle giornaliste donne

di Redazione Golssip

Paola Ferrari, giornalista sportiva, è intervenuta sulla pagine di Grazia per commentare l’allontanamento da parte della BBC  della giornalista Helen Skelton. Il motivo? I suoi look troppo sexy e arditi. Secondo la giornalista italiana una decisione assolutamente sbagliata: “Penso che siamo di fronte ad un estremo che ci riporta indietro di 30 anni. Ci sono rimasta molto male. Noi donne dobbiamo avere la possibilità di essere noi stesse, con intelligenza, libertà e stile. Se la mia collega si sentiva bene così, andava rispettata”.

Paola aggiunge di non essere mai stata limitata da quel punto di vista: “Non ho mai rinunciato alla mia femminilità e nessuno me lo ha mai chiesto, ma sono sempre stata piuttosto attenta a non esagerare, per esempio con il decollete. Sono scelte personale. Nessuno mi ha mai detto che cosa dovevo fare. Ho sempre lottato per l’emancipazione femminile e perché anche le donne possano occuparsi di sport e calcio e lavorare in questo mondo. Non ho mai pensato – neanche per un istante – di propormi come bambolona sexy per conquistare un posto giornalistico.”

Regole & buon senso: “Fare televisione significa entrare nelle case delle persone e la nostra immagine deve essere appropriata a quello che si fa. Specialmente noi dipendenti della Rai abbiamo delle responsabilità di gusto perché siamo privilegiate e parliamo alla gente. Ho scelto un mio modo di stare nelle mie regole personali, anche per quanto riguarda l’abbigliamento. Quando ho condotto i programmi sugli Europei del calcio mi sono accorta che in una certa posizione, durante la diretta, lo spacco della mia gonna era un po’ troppo accentuato e ho provveduto a sistemarlo. Nessuno me lo ha imposto, sono stata io a farlo, coerente con l’immagine che ho sempre voluto avere: bella, elegante e anche attraente ma sempre basata sulla classe e sullo stile, mai sulla provocazione. Alle donne mi sento di dire: attente, rischiamo ancora perché gli uomini cercano di ghettizzarci.”

Ilaria D’Amico: “Penso a esempi positivi come Ilaria D’Amico. Io e lei siamo riuscite negli anni a essere donne sensuali senza mai essere volgari e abbiamo conquistato le nostre stellette sul campo. Nessuno pensa a me o a Ilaria come a due belle donne che non sanno niente di calcio. Siamo due professioniste, fiere della loro sensualità, che hanno scelto la cifra giusta.”

(Grazia)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy