Savino: “Io esperto di Inter, a Madrid nel 2010 ho pianto. L’Italia? Continuo a pensare…”

Savino: “Io esperto di Inter, a Madrid nel 2010 ho pianto. L’Italia? Continuo a pensare…”

Le parole del noto conduttore televisivo

di Marco, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di Tv Sorrisi e Canzoni, Nicola Savino, conduttore televisivo e tifoso dell’Inter, ha parlato della sua passione per il calcio.

Che voto ti dai sul calcio?
10 come esperto di Inter, tra il 6 e il 7 per il resto.

Frequenti lo stadio?
Sì e pure assiduamente. Ci vado da trent’anni.

Giochi a calcio?
Non gioco già da quando avevo 34 anni, ero scarso.

Hai mai pianto per il calcio?
Nel 2010 l’Inter ha conquistato il Triplete a Madrid: piangevamo tutti.

Il compagno ideale per guardare una partita?
Allo stadio ho accanto Marco Santin della Gialappa’s, grida moltissimo, torno a casa con le orecchie slogate.

In campo che ruolo ti assegneresti?
Da ragazzo ero un terzinaccio. Ora mi piacerebbe il ruolo di centrocampista.

Cosa hai provato quando l’Italia è stata esclusa?
Continua a pensare che magari squalificano una squadra e ci richiamano.

Quando vai nel pallone?
Quando la Gialappa’s mi martella più del dovuto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy