Montrucchio: “Tifo Juve, Senna e Rossi grandi idoli. Ecco come ho conquistato Alessia”

Montrucchio: “Tifo Juve, Senna e Rossi grandi idoli. Ecco come ho conquistato Alessia”

Il conduttore si è raccontato alla Gazzetta

di marco

In un’intervista rilasciata a la Gazzetta dello Sport per presentare il nuovo programma da lui condotto, “Primo Appuntamento”, in onda su Real Time a partire dal 19 marzo, Flavio Montrucchio ha raccontato la sua passione per lo sport e per la Juventus. Ecco le sue parole:

Un grande seduttore all’interno del mondo dello sport? Il presidente Aurelio De Laurentiis. È un grande oratore, quindi sono certo sappia imbastire la serata nel modo giusto. Come ho conquistato Alessia Mancini? (Ex letterina, sua moglie da 15 anni, ndr) Con una partita a tennis. Giocavamo insieme in doppio, lei era a rete e io che servivo le ho tirato una palla pazzesca addosso, su una coscia. Si è arrabbiata, ma alla fine non mi ha detto niente di grave, quindi ho pensato che se non mi aveva menato dopo una cosa così avrebbe potuto essere davvero la donna della mia vita. Nella vita ho fatto praticamente tutti gli sport, sono invece un grande amante dei motori, correvo in macchina, ho fatto anche il GP Italiano con la Ferrari 430 e ho gareggiato pure con la 500 Abarth. Qualche anno fa poi ho conosciuto il golf. Sono juventino! Ma forse uno juventino un po’ atipico: sono di Torino e la mia seconda squadra è proprio il Toro. Idolo sportivo? Ayrton Senna, ovviamente. Calcisticamente Maradona, anche se non giocava con la mia squadra. Ma come uomo di sport in assoluto Muhammad Ali. Oggi, invece, tifo per Valentino Rossi. È il più grande di tutti, ha portato il motociclismo a un livello superiore e sta dimostrando di poter ancora vincere il Mondiale. Io sono davvero convinto che possa riuscirci. E poi deve correre fino a 46 anni…“.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy