La juventina Barra: “Dissero di Conte che era malato e lui mi confidò che…”

La juventina Barra: “Dissero di Conte che era malato e lui mi confidò che…”

Francesca Barra, giornalista e scrittrice, è una grande tifosa juventina e ha raccontato un aneddoto su Antonio Conte

Commenta per primo!

«Noi che veniamo dalla provincia del meridione abbiamo sempre visto la Juventus come la squadra del raggiungimento dei sogni, del superamento dei confini. È una squadra che ha fatto sognare il meridione».

Francesca Barra, giornalista e scrittrice, è una grande tifosa juventina e racconta di come è nata la sua fede, evidenziando anche un dialogo avuto con Antonio Conte ai tempi in cui era giocatore bianconero: «Sono diventata juventina un po’ per emulare mio fratello e mio padre. Lo sono diventata per loro – ha detto ai microfoni di ‘Italia nel Pallone’ su Rai Radio 2 – ma ho rafforzato il mio tifo durante una conduzione su La7 con Biscardi».

Poi l’aneddoto su Conte: «Aveva smesso di giocare nella Juve e per lui era un periodo molto difficile. Iniziavano a fioccare delle leggende metropolitane sul suo conto. Dicevano che fosse malato. Era triste e rammaricato per tutto questo chiacchiericcio. Durante una pausa del programma mi disse ‘Io ho un sogno, voglio diventare allenatore. Forse farò un corso’. Molti non gli diedero particolare ascolto. Poi mi sussurrò una cosa: ‘Secondo me diventerò allenatore della Juve’».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy